domenica 14 marzo 2010

Ogni mattina cerco di credere a 6 cose impossibili prima di fare colazione.

Il mondo visionario e un po' macabro di Tim Burton, la forte allegoria della storia di Alice, e interessanti effetti speciali.
Alice In Wonderland mi è piaciuto davvero. Vale la pena di vederlo in 3D, e vale la pena di rifletterci un po' dopo i titoli di coda.

Uno strepitoso Jonny Deep nel ruolo del Cappellaio Matto e creature e creaturine dai nomi strani e gli atteggiamenti buffi ci accompagnano in un decadente Paese delle meraviglie, curato in ogni dettaglio, dove una Regina Bianca dal vistoso rossetto marrone è stata spodestata dalla sorella, capocciona e dal fare isterico.

Alice ha paura di affrontare la sua vita, di fare le sue scelte, e proprio mentre tutti si aspettano che sposi uno sciatto Lord con problemi di digestione, il tuffo nella tana del coniglio la porta a vivere l'avventura della sua consapevolezza.
Il BruCaliffo chiede ad Alice "Chi sei?", e solo alla fine della storia Alice ha la forza di rispondere con determinazione. "Io sono Alice Kingsley", e finalmente trova il coraggio di affrontare il suo destino, scegliendo con convinzione e in tutta autonomia la strada da percorrere.

Credo che ciascuno di noi abbia il suo Cimparampa da affrontare, o un Lord-tal-de-tali che non vogliamo sposare. Nell'allegoria, la storia ci ricorda una volta di più che siamo padroni del nostro destino, purchè non perdiamo la nostra "moltezza", e con fermezza rispondiamo al BruCaliffo alla domanda "Chi sei?".
Grandiosa, Alice.
E ad ogni piccola vittoria, ad ogni scelta che abbiamo avuto il coraggio di fare, direi di accompagnare qualche giro di deliranza.
In fondo, ogni giorno può essere il nostro giorno GioiGlorioso.

4 commenti:

  1. ...ora sono decisamente curioso di vederlo!
    Mi riprometto di tornare da queste parti a lasciare un commento non appena ho visto il film :)

    RispondiElimina
  2. si chiama ciciarampa >_<
    l'ho visto, meraviglioso.
    L'ho sempre detto che il libro di Alice non è per bambini...
    Un meraviglioso Tim Burton

    RispondiElimina
  3. Sarfa forse non ci crederai ma sono stata ore a cercare di ricordarmi come diavolo si chiamava quel "coso"!!! grazie per la notifica! un enigma risolto! :)

    RispondiElimina