venerdì 9 aprile 2010

56k di libertà

Ho una profonda ammirazione per Yoani Sáncez, tanto che per parlare di lei non so davvero da dove cominciare.

"La repressione è una strategia antica - dice - inadeguata all'evoluzione della tecnologia".

E proprio grazie alla tecnologia Yoani alza la sua bandiera per la libertà.
Internet para todos si legge sulla porta di casa sua, e questo slogan sembra essere l'emblema della sua vita.
Dall'Avana, nel cuore della Generazione Y cubana, Yoani istruisce aspiranti blogger che hanno voglia di dire la loro. In un paese dove la connessione internet è appannaggio del governo.
A Cuba non si può richiedere una connessione ad internet. La hanno solo i grandi alberghi, le ambasciate, gli stranieri regolamente residenti nell'isola, e pochi fedelissimi.

E Yoani che fa?
Lavora offline, insegna ai suoi allievi dell'Academia Blogger utilizzando un software che simula il collegamento ad internet.
Una volta a settimana si connette da un albergo
, e le voci di Cuba prendono il volo tra i byte della rete.
A 56k, a 6 pesos l'ora.

Di questo vive VocesCubanas.com, di questo parla il libro di Yoani Sáncez Cuba Libre. Vivere e scrivere all'Avana.

Yoani Sáncez si racconta a Wired, nel reportage di Alessandro Scotti sul numero di Aprile, e ieri sera era in collegamento telefonico con la Triennale di Milano, moderavano l'incontro il direttore di Wired Riccardo Luna e l'autore del servizio a lei dedicato Alessandro Scotti.
Avrei voluto esserci anche io, ma ho dovuto accontentarmi di leggere le sue parole nell'articolo su wired.it: Yoani Sánchez: "La situazione a Cuba è fragile, io viaggio grazie a Internet"

Cerco Yoani Sáncez su Google e leggo della sua collaborazione con Internazionale, leggo di lei su La Stampa e sul Corriere della Sera.
Ma soprattutto ho voglia di leggere il suo blog, voglio comprare il suo libro,  già la seguo su Twitter: @yoanisanchez

Mi ha davvero entusiasmato conoscere questa donna coraggiosa ed innamorata della libertà di espressione.
E credo che ciascuno di noi dalla vita di Yoani può trarre interessanti spunti di riflessione.

Yoani Sáncez

Nessun commento:

Posta un commento