domenica 4 aprile 2010

Il Casatiello napoletano: il mio augurio per voi per una buona Pasqua!

Cari lettori e care lettrici, ho pensato di farvi i miei migliori auguri per una serena Pasqua con una delle mie ricette preferite.
Sicuramente avrete già cucinato per il pranzo di Pasqua, ma potreste avere  voglia di preparare questa squisitezza per la scampagnata di domani.

Ecco dunque a voi la ricetta per uno squisito Casatiello napoletano!

Ingredienti

Per la pasta:
* 1 Kg di farina
* 100 g di strutto
* 2 cubetti di lievito di birra
* Un pizzico di sale
* Pepe q.b.

Per il ripieno:
* 400 g di pecorino (o misto di provolone piccante, fontina, emmenthal, grana ecc.)
* 400 g di salame di Napoli
* Sale q.b.
* Pepe q.b.

Per decorare:
* 5 uova

Preparazione

Per la pasta:
- Sciogliete il lievito in acqua leggermente tiepida.
- Mettete la farina a fontana su piano, ed al centro lo strutto, il sale, il pepe e il lievito sciolto nell’acqua.
- Mescolate tutti gli ingredienti (aggiungendo eventualmente un altro pò di acqua tiepida) fino a ottenere una pasta morbida. Lavorate la pasta per circa 10 minuti battendola sul tavolo.
- Coprite la pasta con uno strofinaccio pulito e lasciatela lievitare in luogo tiepido. La pasta deve raddoppiare di volume (occorrono circa un paio d’ore).

Per il ripieno:
- Tagliate il salame ed i vari formaggi a dadini.

Preparate il Casatiello:

Quando la pasta sarà lievitata completamente, staccatene una piccola pagnottella che vi servirà per fissare le uova.
- Battete il rimanente impasto con le mani e stendetelo allo spessore di un centimetro.
- Disponete il ripieno in modo uniforme su tutta la superficie, e poi arrotolate con delicatezza la pasta, nel modo più stretto possibile come a voler fare una "girella", senza che i dadini si spostino disordinatamente.
- Ungete con lo strutto un ruoto e disponetevi il rotolo di pasta come a formare una ciambella unendone bene le estremità.
- Coprite il tutto con uno strofinaccio pulito e lasciate lievitare per un altro paio d'ore.

- Quando sarà lievitato, mettetevi sopra delicatamente le uova ancora crude, col guscio ben lavato e la punta rivolta verso il centro dello stampo.
- Con la pasta che avete precedentemente staccato e steso a parte, fate delle striscioline per tenere le uova ben aderenti al resto del casatiello.

- Riscaldate il forno a 160° e infornate.  Dopo 10 minuti alzate la temperatura a 170°-180°, per 50 minuti.

- Una volta tolto dal forno, laciatelo raffreddare un po' e toglietelo dallo stampo quando è tiepido.

E' buonissimo sia caldo che freddo!

Per ulteriori delucidazioni e fotografie dei diversi momenti della preparazione vistate casatiello.it.

E meno male che si è fatta ora di pranzo, mi è venuta l'acquolina in bocca!

Buona Pasqua a tutti!

Nessun commento:

Posta un commento