martedì 12 ottobre 2010

L'assassinio di Roger Ackroyd, di Agatha Christie

Mi ci è voluto molto poco per appassionarmi ai gialli di Agatha Christie ed affezionarmi alla letteratura del giallo classico. Dopo aver letto "Il ritratto di Elsa Greer" ed aver visto alla rassegna cinematografica del giallo classico "Assassinio sull'Orient Express", sento ormai l'esigenza di far lavorare le celluline grigie con le storie sapientemente tessute e dal sapore d'altri tempi.

L'assassinio di Roger Ackroyd muove le sue trame sulla tensione dei nervi dei suoi protagonisti, tra confessioni spezzate, rimorsi, segreti, paure, e la mente calcolatrice di un assassino assolutamente insospettabile.
Niente si potrebbe raccontare di questo brillante romanzo senza togliere al lettore il gusto di scoprire, pagina per pagina, come sono andate veramente le cose.

Inutile dire che lo consiglio a tutti. Anche a quelli che non amano leggere. E' una di quelle storie che si fanno leggere tutte d'un fiato.

1 commento:

  1. io continuo imperterrita a consigliarti 10 piccoli indiani, nel caso tu non l'avessi ancora letto ^_^

    RispondiElimina